Invicta Volleyball

Scarica l'App per la migliore esperienza su mobile e ricevi tutti gli aggiornamenti!

Scarica

25

Mar

La partita che non ti aspetti: battuta ancora Civita

( 26-24; 25-22; 25-21 )

E' stata una partita bellissima quella di ieri sera fra le prime della classe, una partita molto combattuta che ha avuto un unico difetto: è durata solo tre set. Peccato non aver potuto far vedere al nostro pubblico quello che i ragazzi hanno saputo realizzare ed il gran livello di gioco espresso da ambo le squadre, per un risultato forse troppo severo nel punteggio per i nostri avversari.

La pallavolo però lo sappiamo, è così impietosa con chiunque riesca ad esprimere un gran gioco ma non ha la necessaria forza e determinazione per imporsi nei finali dei set, marchio di fabbrica invece della truppa Rolando, scaltra e affamata di gloria proprio in quei frangenti. 

Le squadre hanno lottato ad armi pari per tutto l'incontro, camminando a  braccetto nel risultato senza mai grandi distanze, tranne nel primo set, forse il vero ago della bilancia del match, quando i nostri ragazzi avanti di sei/sette lunghezze,  si facevano riprendere sul 24 pari, ma avevano poi la lucidità necessaria per vincere ai vantaggi e di fatto, incamerare il destino della contesa in proprio favore. 

E' forse in questo frangente che gli ospiti hanno maggiormente mancato, facendosi sfuggire di mano l'unica chance concessagli nel corso della partita, non riuscendo a completare l'incredibile rimonta che avrebbe potuto innescare un terribile  contraccolpo psicologico.

Pellegrino da una parte e Buzzelli dall'altra, hanno dato spettacolo di pura potenza e precisione, entrambi molto prolifici con percentuali altissime, ma il nostro opposto ha avuto la fortuna di essere ben supportato dal resto della squadra, in toto in serata di grazia, abile ad incidere in ogni fondamentale in nostro favore, con i numeri a certificare una vittoria meritata. 

Assente Andreatta, Rolando ha schierato Brandi in quattro alternandolo con Cericola in prima linea per rafforzare il muro, mentre il coach laziale ha ritrovato nel sestetto partente Pasquini, riportando nel suo originale ruolo di opposto il capitano Buzzelli, posizione in cui può dare il  maggior contributo. 

Buzzelli che tatticamente si è posizionato a specchio su Pellegrino a muro, riuscendo ad arginarlo soltanto a tratti, ma grazie all' ottima ricezione ed alla buona verve di Napolitano la nostra squadra ha trovato importanti uscite su Alessandrini in quattro ( 13 pt ) e su Carcagnì al centro ( 6 pt ).

Leoni invece ha forse avuto il demerito di non sfruttare maggiormente i centrali,  facendo gravare su Buzzelli tutto il peso dell'attacco ( 52 palloni ) visto che i suoi posti quattro davano segnali poco incoraggianti di incisività. E neanche l'ingresso nel terzo di Scopetti ha invertito la rotta, anzi ha costretto l'opposto laziale a sobbarcarsi anche turni di ricezione. 

La vittoria da tre punti rilancia ulteriormente la nostra formazione in vetta alla classifica, con Civita Castellana immediatamente ad inseguire a 4 lunghezze potenziali, visto le due partite ancora da giocare contro Perugia, ferma per Covid, in attesa però di capire cosa farà Castelfranco, al palo dopo una sola partita giocata, con un potenziale tecnico però di prim'ordine che se avrà il tempo ed i mezzi per esprimersi, potrà mettere in serio pericolo la nostra posizione attuale di classifica. 

Per il momento ci godiamo questa favola meravigliosa quanto inaspettata, descritta bene dalle parole di mister Rolando e di Lorenzo Napolitano: https://youtu.be/hav6ru0Q1F0