Invicta Volleyball

Scarica l'App per la migliore esperienza su mobile e ricevi tutti gli aggiornamenti!

Scarica

16

Mar

Serie C: altra sconfitta a Migliarino

( 25-20; 25-22; 25-16 )

Altra sonante sconfitta della nostra prima squadra, questa volta a Migliarino, squadra  pisana sconfitta all'andata e con una classifica simile alla nostra. Un secco tre a zero senza attenuanti, frutto dell'ennesima prestazione altalenante, specchio fedele della stagione dove continuità e concretezza sono qualità a noi molto lontane.

Se l'obiettivo stagionale era tutt'altro quello del risultato sul campo ma la crescita tecnica della rosa  a disposizione, era logico aspettarsi comunque una squadra entusiasta e battagliera, spesso comune denominatore di squadre composte da ragazzi giovani. Ultimamente purtroppo sembra essere calato inspiegabilmente anche questo aspetto, nonostante la logica con cui è stata costruita la squadra era ben chiara fin dall'inizio e le pressioni del risultato erano l'ultimo dei pensieri.

Venendo al match di ieri, la squadra di casa ha impostato il match soprattutto spingendo forte con i propri centrali, ottimi entrambi in attacco con percentuali altissime per tutta la partita.

Rolando schierava la consueta formazione dando fiducia  alla diagonale Rossi / Napolitano,  ma anche in questa partita è stato costretto a rimodellare il sestetto iniziale  inserendo sin dal primo set prima Baricci e poi i palleggiatori Morviducci e Benedettelli. La speranza era  cercare di dare piu' fluidità al gioco e trovare punti pesanti dall'opposto in aiuto agli schiacciatori Alessandrini e Cericola, gli unici che durante la partita sono riusuciti a tenere a galla la squadra insieme al libero Cappuccini. 

Dopo un primo set  sempre a rincorrere, l'occasione per far girare il match c'è stata nel secondo, quando impattando sul 21 pari la squadra sembrava aver preso a girare nel verso giusto, ma come in altre partite, due/tre errori determinanti in attacco hanno compromesso la rimonta e chiuso le nostre velleità nel terzo parziale. 

Torniamo dunque dall'ennesima trasferta con le orecchie basse, piu' per la consapevolezza di non riuscire a dare quello che sarebbe nelle nostre corde piuttosto che per la sconfitta, nella speranza che questo finale di stagione premi l'impegno profuso fino ad oggi negli allenamenti e ci regali prestazioni piu' gratificanti, se non altro dal punto di vista caratteriale.