Invicta Volleyball

Scarica l'App per la migliore esperienza su mobile e ricevi tutti gli aggiornamenti!

Scarica

24

Mag

I ragazzi ce l'hanno fatta: è serie C

Vincere non è mai facile, anzi, è quasi una cosa eccezionale. La vittoria si puo' raggiungere in tanti modi diversi; ci sono vittorie che si ottengono per il superiore tasso tecnico, altre per l'esperienza dei giocatori dopo tanti campionati disputati, altre ancora, per un'alchimia magica che si crea all'interno di un gruppo. Nessuna di queste pero', corrisponde alla vittoria a cui abbiamo assistito ieri sera, raggiunta nel modo piu' bello e gratificante possibile. 

Con il lavoro, il sacrificio, la dedizione giornaliera, i centinaia di allenamenti fatti, la programmazione di una società, la bravura di un allenatore che per anni ti migliora e di spinge al tuo massimo ogni giorno, con lo scopo di ottenere un domani quello che poi è il sale dello sport, ovvero, la vittoria!!!

Ieri sera abbiamo assistito ad una delle pagine piu' belle della nostra società , paragonabile alle grandi prestazioni in serie B della prima squadra degli anni passati. Una partita magistrale davanti ad un pubblico numerosissimo e calorosissimo, fatta da un branco di ragazzini terribili, che per la prima volta conquistano una storica promozione in serie C.

Ed è proprio questa loro gioventu' che ha reso tutto veramente magico, coinvolgendo nella  cavalcata trionfale tutto l' ambiente pallavolistico, ieri presente al completo in tribuna ad applaudire quello che rappresenta un vero capolavoro.

Un regista esperto  non poteva fare meglio di quello che la sorte ha poi riservato a questi ragazzi, donandoli quello che ogni pallavolista sogna ogni notte, ovvero festeggiare dopo una rimonta da 0-2 di fronte al proprio pubblico. 

L'apoteosi finale è grande e giustifcata, per un gruppo di lavoro che ha voluto ad ogni costo raggiungere questo obiettivo, proprio per la valorizzazione di un biennio fantastico.

Francesco Masala: " E' stata una serata magica, di quelle che capitano poche volte, siamo ovviamente molto contenti sia per il risultato ma soprattutto  perchè ottenuto grazie ad un grande lavoro collettivo, dove ovviamente le capacità dell'allenatore sono state determinanti. Ha avuto il merito non solo di farli crescere tecnicamente, ma di imprimere in loro la cultura del lavoro e del senso di appartenenza. Ho fatto naturalmente i complimenti a tutti i ragazzi, che sono stati eccezionali, ricordandogli cosa ci eravamo detti all'ultima cena della scorsa stagione, quando ci apprestavamo ad affrontare il nuovo anno carico di responsabilità ed aspettative, che poi sono state ampiamente ripagate. "