Invicta Volleyball

Scarica l'App per la migliore esperienza su mobile e ricevi tutti gli aggiornamenti!

Scarica

24

Ago

Editoriale N.3: le quote

Oggi purtroppo il mio terzo editoriale destinato alle famiglie non è proprio una buona notizia. 

Sono costretto a parlarvi di quote dei corsi, un argomento che ho cercato di allontanare il piu' possibile nel tempo ma che oggi è diventata una cosa improrogabile. 

Le sempre piu' ingenti spese generali che aggravano sullo sport ci costringono  nostro malgrado ad aumentare per la prossima stagione le quote annuali. Abbiamo in questi anni cercato di limitare la spesa a carico dei genitori  per favorire l'accesso allo sport di un maggior numero di ragazzi possibile, cercando di colmare la forbice negativa fra ENTRATE  e USCITE  di ogni gruppo con la ricerca di sponsor. La stessa politica è stata attuata anche in estate con i camp estivi gestiti da Fabrizio e Sonia, come al contempo abbiamo dato disponibilità al Comune nell'accogliere gratuitamente bambini con famiglie in difficoltà aderendo al progetto "muoversi per sentirsi liberi " .

La difficoltà pero' a reperire risorse esterne, l'aumentare degli iscritti e quindi delle squadre in campo che hanno di fatto aumentato la cifra globale da colmare,  ed il contemporaneo  lievitare delle spese generali relative ad  ogni  gruppo ( palestre, tasse gara ecc. ), rendono ad oggi impossibile il mantenimento della cifra stabilita di 300,00 euro annuali come quota ragazzo.

Ci siamo inoltre resi conto che nelle città a noi limitrofe ( Pisa, Livorno) , questa soglia è già stata da tanti anni abbattuta ed i corsi di pallavolo si attestano sui  550,00 / 600,00 euro all'anno, cifra in effetti utile a coprire quasi nella totalità le spese di un gruppo medio  di 15 ragazzi. Le stesse società grossetane degli altri sport come il basket fissano la quota annuale sui 430,00/450,00 euro  a seconda delle età.

Ovviamente avremmo potuto mantenere la stessa cifra modificando al ribasso la nostra offerta formativa, che come è ormai da tutti riconosciuta, ad oggi  è la migliore in città, soprattutto da un punto di vista dello staff allenatori a disposizione. Ma questo modo di ragionare non è nel nostro DNA, anzi il nostro obiettivo è quello di fare sempre meglio e fornire servizi sempre migliori ai nostri iscritti.

Per evitare grossi stravolgimenti e non mettere troppo in difficoltà le famiglie abbiamo deciso quindi di ritoccare gradualmente la quota,  sperando di non dover in futuro fare altrettanto.

Vi comunico quelle che diventeranno le quote delle prossima stagione e le modalità di pagamento:

quota annuale 350,00 pagamento in un unica soluzione

quota annuale 400,00 pagamento in due rate 

Purtroppo abbiamo anche dovuto differenziare la cifra in funzione del pagamento, perchè ogni anno puntualmente perdiamo alcune delle seconde quote: alcuni smettono nell'ultimo periodo di attività e non pagano la seconda rata, altri  invece non la pagano a prescindere. 

La società decide oggi di agosto come organizzare la propria attività, e lo fa in funzione del numero degli iscritti.  Decidiamo il numero degli allenatori, gli orari di allenamento da fissare e i campionati da svolgere, impegnandosi a pagare e sostenere delle spese per tutta la stagione in base a queste decisioni. Queste spese non variano di una virgola se nel corso dell'anno qualche ragazzo smette di giocare. Per i più piccoli alle prime esperienze concediamo infatti un mese di prova prima di effettuare l'iscrizione, ma per i più grandi che già giocano da diverse stagione e per cui noi ci impegniamo in programmi complessi iscrivendoli a più campionati, non possiamo prevedere le spese in base al tasso di abbandono. Ecco perchè per noi diventa fondamentale contare integralmente sul totale delle quote.  

Ogni genitore capirà che il motivo di questa comunicazione non ha altro scopo che condividere le nostre difficoltà consapevoli che tutti noi svolgiamo l'attività come volontari al servizio dei ragazzi, con l'unico obiettivo di cercare di mantenere in vita la società per più tempo possibile.

Saremo comunque come sempre disponibili al dialogo con chiunque abbia difficoltà evidenti e  voglia di concerto con noi trovare una soluzione.

Ad maiora !!   

Francesco Masala